Loading
Iwsc-silver-Prosecco

Londra IWSC 2016 Argento per il Prosecco

Altra conferma per il nostro Prosecco Doc, questa volta siamo sul gradino più alto raggiunto dal Prosecco. All’IWSC di Londra siamo riusciti ad essere tra i migliori in assoluto, altri prosecchi hanno raggiunto il nostro stesso risultato ma nessuno è riuscito a superarci, ci riteniamo soddisfatti del risultato e del confronto con gli altri, a questo punto non sappiamo se abbia senso partecipare nuovamente il prossimo anno per aver un confronto alla pari con tutte le bollicine prosecchiste, vedremo.

Foto-bottoglia-Gioia-Cantine-Buoso

Supervenetian Vs. Supertuscan la nostra versione

In questi giorni siamo usciti sul mercato con un nuovo prodotto, il Gioia, un Crù  aziendale che và a ridisegnare il nostro modo di fare vino. Noi che fino ad ora avevamo sempre presentato vini in purezza 100%, indicandolo anche in etichetta, abbiamo voluto un tipico taglio Bordolese composto da Merlot e Cabernet Franc con un pizzico di Veneto, il Refosco dal Peduncolo Rosso. Le percentuali del taglio per questo anno saranno 60% Merlot, 28% Cabernet Franc, 12% Refosco dal Peduncolo Rosso, frutto di una attenta selezione della nostra miglior produzione ed una scelta d’istinto del nostro enologo Piergiorgio Guzzon. Un vino dal nome accattivante con un “vestito” bottiglia/tappo/etichetta importante ne fanno un prodotto da lasciare affinare almeno un paio di anni nelle proprie cantine, chi ha avuto la fortuna di acquistarlo in anteprima, assaggiandolo lo ha definito “molto interessante”, solo il tempo potrà darci una risposta.

12

Londra Decanter 2016 Medaglia di Bronzo Prosecco Extra Dry

Il 6 Giugno 2016 a Londra verranno comunicati i premiati del concorso Decanter 2016, noi torneremo con un Bronzo ed una valutazione di 88 centesimi per il nostro Prosecco Extra Dry. Un grande riconoscimento ad un vino complesso fatto da persone semplici. In gara con gli spumanti piu’ titolati al mondo e con case spumantistiche di grande fama abbiamo mostrato il nostro lato migliore, nessun Prosecco è andato oltre l’argento. Tutto questo dimostra il potenziale della nostra piccola cantina che riesce ancora una volta ad essere competitiva con tutta la sua gamma di vini che siano bianchi, rossi o spumanti.

Imbottigliamento Prosecco

In questo video potrete vedere il processo seguito per la messa in bottiglia del Prosecco. Dietro tutta la poesia della produzione artigianale c’è anche un pizzico di modernità, quella che permette di mantenere un prodotto integro fino all’arrivo sulla tavola del cliente e che ci presenta in degna maniera sui mercati internazionali troppo omologati ai prodotti industriali che sempre più invadono i mercati.
Per chi dovesse chiedersi come mai il Prosecco non perde le sue bollicine durante l’imbottigliamento diciamo che durante la messa in bottiglia il prodotto è ad una temperatura prossima allo zero e l’anidride carbonica rimane imprigionata nel vino.
Che dire, da provare…

Bottiglia-Moscato

Adesso Prosecco, una volta Moscato

Il Prosecco è il vino del momento, tutti chiamano per venderlo, tutti chiamano per comprarlo, solo pochi sono disposti a pagare il giusto prezzo per un prodotto ben fatto. Una delle cose che più ci ha lasciato l’amaro in bocca è stata una affermazione di una persona che ha detto “ah… voi è da poco che fate spumanti e Prosecco”; una volta il vino spumante era il Moscato, SI… il Moscato, quello che si faceva assaggiare anche ai bambini perché era dolce, aveva una bassa gradazione ed aveva le bollicine; quello che ti regalavano al tiro a segno delle giostre, poi le mode ed i gusti sono cambiati e noi lo abbiamo estirpato. Nei giorni scorsi un cliente ci ha riportato una nostra vecchia bottiglia datata 1987, diciamo che non è una delle prime prodotte ma può essere una valida dimostrazione che non siamo alle prime armi con gli spumanti.
28 anni possono essere anche sufficienti…

Pinot-Grigio-2014

Guida Luca Maroni 2016 – Pinot Grigio 88/100

Abbiamo avuto in questi giorni una anticipazione di quelli che saranno i punteggi assegnati ai nostri vini dalla guida di Luca Maroni 2016 che uscirà il prossimo Ottobre, con nostra felicità il Pinot Grigio 2014 ha raggiunto il punteggio di 88/100, un record !!!
Siamo felici che la nostra opera di miglioramento prosegua costante negli anni ed il tempo speso in ricerca, studi, discussioni, sperimentazioni dia il suo frutto, alcuni nostri clienti ci avevano già segnalato la bontà del prodotto, non credevamo fino a questo punto.

tappi-prosecco

Prosecco Doc, le differenze…

In questo periodo di diffusione sul territorio nazionale del nostro prodotto molte persone ci chiedono perché ci sono differenze di prezzo tra prodotti che hanno la stessa denominazione Prosecco Doc  non tutti i prodotti sono di cantine sociali, cooperative, o vinificatori industriali da milioni di bottiglie, qualche artigiano ancora c’è… per fortuna.

La clientela è diventata sempre più attenta alla comunicazione che i nostri agenti stanno facendo e la percezione di un prodotto di qualità oltrepassa il packaging, quando la clientela prova il prodotto ed a sua volta lo presenta ai propri clienti il riscontro è sempre positivo, questo ci soddisfa.

Senza entrare nel merito delle 10 settimane di Charmat o del grado zuccherino calibrato verso la parte bassa del Prosecco Extra Dry o altro, una immagine vale mille parole…

Non siamo tutti uguali.

Bronzo-IWSC-2014-Cantine-Buoso-refosco dal peduncolo rosso

Londra IWSC 2014 Medaglia di Bronzo

Bronzo al concorso IWSC 2014 di Londra per il Refosco dal Peduncolo Rosso 2011.
Questo risultato rappresenta sicuramente un grande riconoscimento per tutta l’azienda, un concorso altamente selettivo che vedeva in competizione i produttori dell’emisfero nord del mondo e dove avere un buon vino non può bastare, bisogna dare i massimo. Una valutazione severa come quella di Londra testimonia gli sforzi compiuti in questi anni in termini di qualità, innovazione e ricerca sul prodotto. Il Refosco dal Peduncolo Rosso si stà dimostrando un vino in forte ascesa sia sui mercati nazionali che in quelli internazionali, diciamo che deve ancora esprimere al massimo le sue potenzialità ma i risultati spronano a fare ancora di più per promuovere questo vino.

Pinot Grigio, chi lavora nel vigneto.

Ecco una breve presentazione di chi lavora con noi, persone che amano questo lavoro e che ogni anno si ritrovano con noi a condividerlo, serve una grande esperienza ed un veloce colpo d’occhio. E’ proprio in questa fase che un errore di potatura o un mancato accorciamento dei tralci potrebbe portare una scarsa produzione il prossimo anno o una eccessiva produzione in quello in corso, sicuramente l’esperienza conta ed i nostri uomini sicuramente ne hanno molta, vista l’età….

P.s: Tutti regolarmente assunti…

 

 

Pinot-Grigio-4-Grappoli-Bibenda-AIS

Pinot Grigio 4 grappoli Bibenda

Pinot Grigio 4 grappoli, questo è quello che la scorsa vendemmia ci ha permesso di offrire ai nostri clienti, non è la prima volta che la guida dell’Associazione Italiana Sommelier premia il nostro Pinot Grigio. Sapevamo già che lavorando bene in questi anni il nostro livello medio si stava alzando e poter avere due vini che sempre più di fregiano dei 4 grappoli è un piacere ed uno stimolo, il Cabernet Franc ed il Pinot Grigio. Unica pecca è che la guida esce quando il nostro Pinot Grigio 4 grappoli è quasi finito e dobbiamo chiedere la fiducia dei nostri clienti per la prossima annata, è una fiducia ben riposta…